Prof.Maurizio Brausi

Urologo

Che cos'è la visita specialistica urologica?

La visita urologica viene effettuata dall'urologo, ovvero dal medico specialista nello studio e nella cura delle malattie dell'apparato urinario.

 

A cosa serve la visita urologica?

La visita urologica ha come obiettivo quello di diagnosticare, escludere o monitorare un disturbo di carattere urologico, tra cui: incontinenza urinaria, infezioni e calcolosi delle vie urinarie, disturbi legati alle funzioni sessuali, neoplasie, infezioni genitali maschili e femminili, prostatiti (nell'uomo).

Come si svolge la visita urologica?

Lo specialista urologo nella prima fase della visita provvederà a raccogliere il maggior numero di informazioni sulla storia clinica e sullo stile di vita del paziente.
La seconda parte della visita presenta delle differenze in base al genere sessuale del paziente. Se il paziente è uomo, infatti, il medico procederà a un'attenta valutazione del basso addome e degli organi genitali esterni. Nel corso di questa visita può anche essere effettuata la palpazione della prostata mediante l’esame dal canale rettale per verificare lo stato di salute di questa ghiandola. In base alle rilevazioni effettuate nel corso della visita, lo specialista potrà richiedere l'esecuzione da parte del paziente di alcuni esami per ulteriori accertamenti.
Nel caso della donna la visita urologica è del tutto simile a una visita ginecologica. Dopo aver effettuato l'anamnesi della paziente, il medico urologo procederà alla valutazione dello stato di salute dell'apparato urinario genitale, escludendo o individuando la presenza di prolassi della vescica e/o dell'utero.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Dott.Arginelli Lodovico

Dermatologo

Che cosa è la visita dermatologica?

La visita specialistica dermatologica è la valutazione della pelle dell’intero corpo del paziente e di eventuali patologie della pelle.

A che cosa serve la visita?

La visita dermatologica consente di verificare la presenza o meno di patologie legate alla pelle. Può essere disposta in via preventiva o a seguito della comparsa di manifestazioni cutanee (quali macchie, pomfi, papule, vescicole o nevi).

Nello specifico, la visita dermatologica serve a diagnosticare le patologie pigmentate della pelle, le malattie veneree e le malattie della pelle stessa .

Come si svolge la visita dermatologica?

Inizialmente il dermatologo deve effettuare una anamnesi durante la quale lo specialista si informerà circa lo stile di vita e la storia clinica dell’assistito.

Il dermatologo esegue un’accurata esplorazione della cute del paziente. Nel corso della visita può essere effettuata anche la mappatura dei nei. 

Se opportuno, il dermatologo potrebbe prescrivere ulteriori approfondimenti, suggerendo l’esecuzione di esami quali test allergologico, tampone o biopsia, esami del sangue.

I

RICHIEDI INFORMAZIONI

Dott.Talia Bartolo

Specialista in Radiodiagnostica

RICHIEDI INFORMAZIONI

Dott.Spagnolo Vincenzo

Medicina Interna

Ecografie

Cos’è l’ecografia?A cosa serve?

L’Ecografia è uno degli esami meno invasivi della Diagnostica per immagini , in grado di studiare i primi segnali di numerose patologie.

L’Ecografia è una metodica diagnostica non invasiva che sfrutta gli ultrasuoni emessi da particolari sono appoggiate sulla cute del paziente.

E’ a tutti gli effetti un’indagine di tipo clinico:sebbene più approfondita e il cui obiettivo è lo studio dei segni delle patologie. Da ritenere come esame di primo livello nella stragrande maggioranza delle affezioni consente , infatti,di visualizzare gli organi permettendo al medico d’indirizzare gli eventuali , successivi passi diagnostici così da finalizzare il miglior percorso terapeutico.

La sua valenza è ampiamente riconosciuta in termini di prevenzione per esempio ,alle malattie della tiroide , del sistema linfatico,del fegato , dei reni ,del pancreas e si tutte le forme tumorali degli organi contenuti nell’addome (comprese vescica e prostata).Spesso consente di produrre diagnosi ancora prima che la patologia dia segno di sé e il paziente ne accusi i sintomi (oppure “rileva” cose di cui eravamo all’oscuro).

In ambito senologico l’esame di riferimento è dato dalla Mammografia.I Centri più avanzati e all’avanguardia eseguono sia la Mammografia sia l’Ecografia senologica in quanto metodiche complementari tra loro.A sostegno di questa affermazione non possiamo dimenticare come vi siano alcune condizioni che possono essere indagate ‘quasi meglio’ dall’ecografia rispetto alla Mammografia e come ,viceversa ,vi siano situazioni in cui l’ecografia non riesca a “vedere” le tracce di una possibile lesione neoplastica .

Dal momento che l’esame ecografico permette di “dare un’occhiata”agli organi interni in modo non invasivo e rapido,può essere prescritto per una valutazione primaria di molte patologie o condizioni da monitorare. Ma vediamo quelle più comuni:

-          Per osservare utero e ovaie nelle donne in stato in gravidanza e valutare l’accrescimento del feto ;

-          Diagnosticare calcoli biliari o renali

-          Osservare il flusso sanguigno nei grossi vasi ( vene e arterie)

-          Evidenziare una neoformazione nel seno

-          Analizzare la ghiandola tiroidea

-          Rivelare anomalie nella vescica

-          Diagnosticare alcuni tipi di cancro

-          Individuare anomalie ,malformazioni ,cisti o noduli nell’apparato riproduttivo femminile (utero e ovaie)

-          Individuare anomalie nella prostata

-          Fungere da “guida” in caso in biopsia o in trattamenti mirati per alcuni tipi di tumore

 

Una delle ragioni per cui questo metodo è così ampiamente prescritto è la sua economicità , seguita dalla sicurezza .Non è un caso se spesso un’ecografia rappresenta il primo ,e decisamente attendibile se ben eseguito , test diagnostico da fare seguire solo se necessario da altri esami più precisi ma anche molto più costosi , come ad esempio la Tac o la Risonanza Magnetica .

Presso il nostro centro si eseguono le seguenti ecografie :

-Ecografie Muscolo tendinea o articolare è una metodica diagnostica finalizzata alla visione delle strutture articolari , delle fasce muscolari , dei tendini del corpo e eventuali loro alterazioni.

L’ecografia muscolo tendinea è in grado di indagare i tessuti molli e le strutture articolari (cartilagini , menischi,e membrane sinoviali) e periarticolari( tendini e legamenti).E’ indicata in caso di stiramenti e sospetti strappi muscolari , contusioni ,tendiniti ( a mano ,polso ,caviglia ,gomito,spalla,ginocchio,piede,tendine di achille) cisti,borsiti,ematomi intramuscolari o sottocutanei.

-Ecografia tiroidea è in grado di fornire informazioni precise su anatomia e vascolarizzazione della tiroide e rappresenta un passo fondamentale nella diagnostica e nel follow up terapeutico delle più importanti forme patologiche della tiroide .

-Ecografia Addome completo con questo esame si esplorano il fegato , la cistifellea,le vie biliari,la milza ,i reni,il pancreas,lo stomaco,i grossi vasi sanguigni,la vescica,l’utero,le ovaie e la prostata .L’esame viene impiegato per visualizzare la morfologia dei parenchimi e l’eventuale presenza di lesioni.Per esaminare la parte inferiore dell’addome è necessario che la vescica sia piena : per questo da due ore prima dell’esame è importante non urinare e bere acqua .

-Ecografia mammaria consente di individuare eventuali formazioni all’interno del seno e distinguere tra quelle a contenuto liquido a quelle a contenuto solido .Nelle donne più giovani , in cui il tessuto ghiandolare è più denso , i risultati dell’ecografia offrono maggiori informazioni rispetto a quelli della mammografia .

-Ecografia tessuti molli valuta le caratteristiche strutturali dei tessuti molli ovvero di epidermide derma ed ipoderma, e valutare eventuali lesioni della cute e del sottocute.Il compito dell’ecografia in questo caso è di valutare con precisione le dimensioni della lesione,la profondità di sviluppo e rapporti anatomici con eventuali vasi sanguinei .

Vengono svolte ecografia anche ai singoli organi interni.

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott.ssa Minetti Manuela

Minetti Manuela, Psicologa Psicoterapeuta ad orientamento Psicoanalisi della Relazione.

Minetti Manuela nasce a Modena il 13/05/1976.
Dopo la maturità scientifica nel 1995, si iscrive alla Facoltà di Psicologia dell'Università di Bologna dove, nel 2003, consegue la Laurea in psicologia clinica e di comunità.

E' iscritta all'Ordine degli Psicologi dell'Emilia Romagna dal 2005.

Nel 2007 consegue un Master presso il CSMH, Centro studi Martha Harris, Scuola di specializzazione in psicoterapia per bambini, adolescenti e famiglia, in “Infant e Young Observation, Osservazione ed applicazione dei concetti psicoanalitici al lavoro con bambini, adolescenti e famiglie secondo il “Tavistock Model Infant Observation Corse”.

E' abilitata inoltre all'esercizio della Psicoterapia dopo aver conseguito la specializzazione in Psicoterapia ad indirizzo Psicoanalisi della Relazionecon l'adolescente e il giovane adulto.


Dal 1998 si occupa di infanzia ed adolescenza, ha lavorato diversi anni presso un Centro di terapia per l'infanzia e l'adolescenza e ha collaborato con Enti pubblici nel settore infanzia, adolescenza e nella psichiatria adulti. Ha lavorato inoltre nelle scuole nel settore delle disabilità.

Attualmente svolge attività di psicologa psicoterapeuta come libera professionista nell'ambito dell'età evolutiva, dell'adolescenza, della consulenza e sostegno alla genitorialità e dei disturbi e disagi della giovane età adulta.

La Psicoanalisi della Relazione

Il Modello di Psicoanalisi della Relazione si propone di rileggere la ricca tradizione psicoanalitica alla luce dei presupposti epistemici attuali. 

Il lavoro psicologico e psicoterapeutico si attua all'interno dell'interazione paziente/terapeuta, il contenuto dell’intervento non riguarda unicamente il passato, ma quanto accade nell’hic et nunc dell’interazione terapeutica. È ovviamente nella ”storia” del soggetto che è possibile rintracciare i significati personali alla base della sua organizzazione, ma è nel presente della seduta che l’interazione e la funzionalità possono essere colti.

L'obiettivo dell'intervento è la facilitazione della ripresa del processo evolutivo. L’aumento della capacità di tener conto del proprio mondo interno ed esterno, della presenza a sé stessi, fornisce elementi nuovi ed utili per riorientare la propria traiettoria di vita. Tutto questo si raggiunge attraverso uno spazio di ascolto, riflessione ed elaborazione dei vissuti personali, al fine di potersi aprire a nuove soluzioni, nuove possibilità e poter raggiungere uno stato di maggiore benessere. Tale processo ovviamente viene declinato, attraverso diverse tecniche, a secondo della fascia d'età con cui si lavora.

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott. Mario Bruno Guanti

Allergologia e Immunologia clinica

Dott. Mario Bruno Guanti, nato a Matera il 13 Luglio 1980

Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Bari, ha conseguito la specializzazione in Allergologia e Immunologia clinica presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, sede aggregata insieme a quelle di Parma e Ancona, con il massimo dei voti.

Da Febbraio 2010 a Giugno 2011 è stato ricercatore a contratto presso il Dipartimento A.I. di Medicine e Specialità Mediche dell’Università di Modena e Reggio Emilia nell’ambito di un progetto di ricerca europeo dal titolo “SKINSPECTION – Ispezione multimodale della cute con una metodica di Imaging ibrida, acustica e ottica” – S.S.D MED/35 (Malattie Cutanee e Veneree) – .

Iscritto alla SIAAIC (Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica) dal 2013, all’AIITO (Associazione Allergologi Immunologi Italiani Territoriali e Ospedalieri) dal 2016.

In Marzo 2015 ha frequentato the Postgraduate Course on Hereditary Angioedema, Ospedale L. Sacco. Di Milano; in Aprile dello stesso anno ha conseguito il Master in Citologia nasale.  

La sua attività scientifica conta la partecipazione a numerosi convegni e congressi nazionali e internazionali a cui spesso ha contribuito in qualità di relatore o in termini di comunicazioni libere e poster.  

E’ stato Coordinatore del Comitato Scientifico Locale del XXVIII Congresso Nazionale SIAAIC, Bologna 15-18 Aprile 2015 e membro della Segreteria Scientifica del Convegno “Nutrire La Dermatite Atopica”, 13 Novembre 2015, Modena – Museo Enzo Ferrari (MEF).

Ha al suo attivo Pubblicazioni scientifiche su riviste scientifiche nazionali e internazionali di prestigio. 

Nel 2015 è stato co-investigator in uno studio su un antistaminico di nuova generazione presso il servizio di Allergologia dell’Unità di Dermatologia e Venereologia del Dipartimento A.I. di Medicine e Specialità Mediche dell’Università di Modena e Reggio Emilia.

Attualmente svolge attività specialistica presso il servizio di Allergologia dell’Unità di Dermatologia e Venereologia del Policlinico di Modena con regolare contratto.

Si occupa dei diversi ambiti applicativi dell’Allergologia con particolare riferimento alle allergopatie cutanee, alla rinologia, all’allergia alimentare. 

I test allergologici che effettua in regime di libera professione sono: Prick test per i principali allergeni inalanti e alimenti, Prick by Prick con alimenti freschi, Patch test serie SIDAPA e principali serie professionali, Atopy patch test, Citologia nasale.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Mirko Luppi

Fisioterapista

Nato a Modena il 2 Maggio del 1988, dopo il diploma scientifico e tutta l’adolescenza passata nel mondo dello sport e delle attività natatorie, frequenta nel 2009 un corso da Massaggiatore con “Pregnolato Roberto”, per poi frequentare la facoltà di Fisioterapia presso l’Università degli Studi di Parma (Ottobre 2010, Aprile 2014), durante la quale, nell’ambito del progetto Erasmus presso il Karolinska Institutet di Stoccolma, frequenta lezioni e cliniche ospedaliere e non, affiancando i professionisti del luogo; concludendo poi il percorso universitario con una tesi improntata sull’analisi dello stile di vita degli adolescenti correlato con l’incidenza delle patologie cronica cardio-cerebro-vascolari in età adulta, al fine di individuare un programma di prevenzione ad ampio spettro, basato sulla consapevolezza e l’attività fisica.

Fin dall’ultimo anno di Università frequenta corsi di specializzazione:

  • Dicembre 2013 “Trigger Points nelle patologie del rachide Cervicale”, con docente “Castaldo Matteo”
  • Gennaio 2014 “Terapia Manuale Funzionale Articolazione Termporo-Mandibolare”, con docente “Ruggero Strobbe”
  •  Luglio 2014 “Terapia Manuale nelle Cefalee”, con docente “César Fernández-de-las- Penas”
  • Ottobre 2014/Marzo 2015 “Bobath Base – Valutazione e trattamento dell’Emiplegico Adulto”, con docente “Morelli Monica”
  • Aprile 2016 corso “Lower Limb Tendinopathy” con docente “Jill Cook”
  • Maggio 2016 corso “Valutazione e trattamento di colonna lombare e articolazione sacroiliaca: un approccio biomeccanico”, con docente “Shari Rosenberg”.
  • A Marzo 2015 inizia il programma di studi con “Ola Grimsby Institutet” di Seattle (U.S.A.), inscrivendosi al “D.M.T. – Doctorate in Manual Therapy”, che lo porta a conoscere professionisti del settore dagli Stati Uniti e gli permette di andare nel mese di Luglio 2016 a fare pratica clinica negli U.S.A.

In ambito professionale, dal conseguimento della laurea, resta in Libera Professione e fa esperienza come:

  • Fisioterapista/massaggiatore presso una squadra di Basket in promozione a Parma (2014)
  • Massaggiatore Presso “Monticelli Terme (PR)” (Agosto 2013)
  • Fisioterapista (stage) presso Isokinetik Verona (Settembre 2014)
  • Da Ottobre 2014 Fisioterapista/Massaggiatore , presso squadre di pallavolo:
    “Polisportiva Polivalente di Maranello (S.A. 2014-2015)
    “LiuJo Volley Modena – Settore Giovanile” (S.A. 2015-2016)
    “Progetto Volley Accademy Anderlini” (S.A. 2016-2017)
  • Da Gennaio 2015, inizia una collaborazione con Massimo Meani presso il Poliambulatorio Me.Ga.

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott.ssa Gaia Rinaldi

Psicologa Psicoterapeuta ad indirizzo Cognitivo- Comportamentale.

Rinaldi Gaia nasce a Modena nel 1984.

Dopo aver conseguito il Diploma Scientifico nell’anno 2002/03 si iscrive presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Parma dove ottiene la Laurea Triennale in Scienze del Comportamento e delle Relazioni Interpersonali e Sociali.

Successivamente intraprende il percorso specialistico presso la Facoltà di Psicologia di Padova dove consegue a pieni voti il titolo in Laurea Specialistica in Psicologia Clinica nell’anno 2007/08.

Completati gli studi universitari ed effettuato il tirocinio professionalizzante post- laurea di un anno presso la Casa di Cura Villa Rosa a Modena, supera brillantementel’Esame di Stato che le permette di iscriversi all’Albo degli Psicologi dell’Emilia Romagna con il n°6854 sez.A.

In seguito intraprende il percorso Quadriennale in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale presso l’Istituto Privato “Studi Cognitivi” di Modena (direttore dott.ssa Rebecchi).

Percorso che si conclude con successo e che le permette l’iscrizione all’Albo degli Psicoterapeuti dell’Emilia Romagna nell’anno 2014.

Per quanto riguarda le esperienze professionali, la Dott.ssa Rinaldi ha effettuato diversi tirocini presso Strutture Pubbliche e Private quali: COD (Centro di pronta accoglienza per l’osservazione e la diagnosi con pazienti tossicodipendenti), la “Barca”(Struttura Riabilitativa Psichiatrica), “Casa Mimosa” (Struttura di accoglienza per genitori tossicodipendenti), CEIS (Centro di Solidarietà), Servizio di Neuropsichiatria Infantile, Casa di Cura Villa Rosa e Consultorio di Modena.

Inoltre ha collaborato per diversi anni (2012-2015) al Progetto “Pro- Youth”, che consiste in un lavoro di promozione alla salute e prevenzione dei Disturbi Alimentari nelle Scuole Superiori di Modena attraverso un duplice canale: la psicoeducazione a scuola e la creazione di un sito internet (https://www.proyouth.eu/home.html ).

Attualmente svolge l’attività di psicologo psicoterapeuta in regime di Libera Professione presso due poliambulatori a Modena uno dei quali è il Poliambulario Me.Ga.

La Dott.ssa Rinaldi si occupa sia di problematiche emergenti nell'età adolescenziale sia in quella adulta.

Con gli Adolescenti affronta argomenti inerenti le difficoltà scolastiche o le scelte di futuri percorsi di studio, le difficoltà con i coetanei e le problematiche riguardanti l'alimentazione.
Con gli Adulti tratta prevalentemente difficoltà di gestione dell'Ansia, problematiche legate all’Umore,difficoltà legate al dormire,  disregolazioni alimentari.

Infine si occupa anche di problematiche relative alla conflittualità di Coppia, problemi nella sessualità e di gestione della separazione.

Propone inoltre training specifici di Rilassamento Muscolare Progressivo, implementazione e miglioramento delle Abilità di Comunicazione, Gestione della Rabbia e aumento dell’Autostima.


Che cos'è la Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale?

La Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale è una delle più diffuse terapie utilizzate per il trattamento di diverse patologie psicologiche.

E' stata sviluppata originariamente negli anni 60', a partire dal lavoro di Aaron Beck. 

§  Il termine "cognitivo" si riferisce a tutto ciò che accade internamente alla mente , ovvero tutti i processi mentali come pensiero,attenzione, memoria e ragionamento , con implicazioni sullo stato di coscienza e consapevolezza.

§  Il termine "comportamentale" si riferisce invece ai comportamenti manifesti (azioni e condotte) da parte del soggetto.

Questa terapia rappresenta lo sviluppo e l'integrazione delle terapie comportamentali e di quelle cognitiviste, ponendosi cioè in una posizione di sintesi degli approcci neocomportamentisti della REBT (Rational-Emotive Behavior Therapy) di Albert Ellis e della terapia cognitiva classica di Aaron Beck, di cui cerca di integrare i principali aspetti funzionali.

Caratteristiche

È una terapia direttiva, adattata al trattamento individuale, di coppia e in gruppo e di breve durata, dove il terapeuta istruisce il paziente ed assume attivamente il ruolo di “consigliere esperto” permettendo di evidenziare dei cambiamenti e miglioramenti.

Essa è finalizzata a modificare quello che la teoria di riferimento definisce i pensieri distorti, le emozioni disfunzionali e i comportamenti disadattivi del paziente, con lo scopo di facilitare la riduzione e l'eliminazione del sintomo o del disturbo psicologico.

A differenza di altre psicoterapie, la TCC si focalizza prevalentemente sul presente cioè si orienta alla soluzione dei problemi attuali. I pazienti apprendono alcune specifiche abilità, che possono utilizzare anche in seguito, e che riguardano l'identificazione dei cosiddetti modi distorti di pensare, la modificazione di convinzioni irrazionali e il cambiamento di comportamenti disadattivi. Inoltre, la TCC poggia su una base sperimentale e un metodo scientifico e la sua efficacia nel trattamento di numerosi disturbi psicopatologici è stata convalidata empiricamente.

Obiettivi

La Terapia Cognitivo-Comportamentale sostiene, quindi, la presenza di una complessa relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti, sottolineando come molti dei nostri problemi (tra i quali quelli emotivi) siano influenzati da cio' che facciamo e da cio' che pensiamo nel presente, nel qui ed ora.

Questo vuol dire che agendo attivamente ed energicamente sui nostri pensieri e sui nostri comportamenti attuali, possiamo liberarci da molti dei problemi che ci affliggono da tempo.

In altri termini si può affermare che l'intervento psicoterapeutico si propone due obiettivi principali:

1.    il primo e' quello di individuare e definire il tipo di pensiero che accompagna le emozioni negative (per esempio dolore, sconforto, paura);

2.    il secondo consiste nel cercare delle modalità alternative, piu' funzionali, di affrontare le situazioni problematiche.

L'adozione di modalità di pensiero più costruttive conduce a una modificazione dell'esperienza emozionale dolorosa.
Sara' compito del terapeuta individuare le tecniche più appropriate che potranno aiutare la persona a raggiungere questi obiettivi, mentre sarà compito di quest'ultima impegnarsi durante gli incontri e nella vita reale per seguire le indicazioni dell'operatore.

Tecniche utilizzate

Alcune delle tecniche utilizzate includono: il problem solving, il decision making, gli esperimenti comportamentali, il monitoraggio e la programmazione delle attività, la distrazione e la rifocalizzazione, tecniche di rilassamento, i coping cards, l’esposizione graduale, il role playing, e molte altre ancora.

Efficacia
La TCC presenta risultati di efficacia nel trattamento di una vasta gamma di disturbi psicologici: depressione, ansia, fobie, attacchi di panico, disturbo ossessivo-compulsivo, disturbi del comportamento alimentare (es: anoressia e bulimia nervosa, obesità psicogena), forme di stress post traumatico, dipendenza da alcol e altre sostanze psicoattive, disfunzioni sessuali, problemi di coppia e, combinata alla somministrazione appropriata di farmaci, disturbi di personalità e schizofrenia.

Oltre alle applicazioni psicopatologiche le tecniche cognitivo-comportamentali si sono dimostrate particolarmente efficaci e rapide per aiutare le persone a risolvere difficolta' di adattamento o crisi evolutive (difficolta' nelle relazioni sociali o nel lavoro, ansia da esame, reazioni disadattive al lutto, difficolta' nella coppia o nella gestione dei figli, ecc.).

http://www.psicologamodena-rinaldigaia.it/

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott.ssa Annamaria Stefania Beldi

Otorinolaringoiatra

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott. Castellani Tarabini Carlo

Angiologia - Chirurgia Vascolare

Laureato in medicina e Chirurgia Presso l’Università degli Studi di Modena il 22.07.1988.
Iscritto all’Albo dei medici Chirurghi di Modena il 25.01.1989 (nr. 4252).
Specializzato in Chirurgia d’Urgenza e di Pronto Soccorso il 08.10.1994 con 50/50 con lode.

Dal 1990 si occupa di diagnostica ultrasonologica vascolare e di chirurgia vascolare in particolare di flebologia, con particolare interesse per l’emodinamica venosa.

Dal 1994 si interessa di chirurgia conservativa delle varici degli arti inferiori frequentando Specialisti italiani e stranieri. In particolare acquisisce la tecnica dell’impianto di protesi per valvuloplastica esterna (exostent) a Sidney(Australia) per il risparmio dell’asse safenico.

Ha lavorato presso l’Ospedale Civile di Castelfranco Emilia, l’Ospedale Civile di Vignola, l’Ospedale Civile di Sassuolo. Attualmente collabora con diversi Poliambulatori e Case di Cura Private in Provincia di Modena e fuori Provincia.

Ha frequentato numerosi congressi nazionali ed internazionali, sia in Italia sia all’estero,  anche presentando relazioni scientifiche. Ha pubblicato articoli scientifici su argomenti inerenti la flebologia. Fa parte del corpo docenti di scuole private post-universitarie.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott. Marco Bosco

Servizio di rinnovo patenti

Da oggi presso il Poliambulatorio Me.ga srl puoi rinnovare la tua patente scaduta o in scadenza (è possibile infatti rinnovarla fino a 4 mesi prima della fine della validità) .

Come?

Chiamaci allo 059/284628 ti fisseremo un appuntamento con il nostro medico che dopo aver effettuato la visita comunicherà l’idoneità direttamente al CED della motorizzazione di Roma all’istante e via web.

Al termine della procedura ti verrà  rilasciata una patente provvisoria che consente la guida entro il territorio nazionale per 60 giorni. Entro una settimana arriverà la nuova patente direttamente a casa tua o all’indirizzo che ci comunicherai durante la visita.

Cosa Portare?

  • una fototessera (se la dimentichi possiamo eventualmente farti una fotografia durante la visita)
  • gli occhiali da lontano se li usi
  • il certificato diabetologico rilasciato dal medico di base in caso di diabete.

Chi puo’ usufruire del nostro servizio?

Tutti i cittadini italiani e stranieri titolari di patente italiana anche se hanno superato gli 80 anni di età. 

Chi non puo’ usufruire del nostro servizio?

  • patenti speciali
  • gravi condizioni di salute
  • patente C o E dopo i 65 anni
  • patente D dopo i 60 anni.

Dott. Marco Bosco
Laureato in Medicina e Chirurgia  presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel 2014 con votazione di 110 e lode.
Medico Militare in Servizio Permanente Effettivo presso l' Accademia Militare di Modena nonche' MEDICO MILITARE SPE autorizzato ai sensi del Decreto Ministeriale del Ministero dei Trasporti delle Infrastrutture e dei Trasporti del 31.01.2011, pubblicato sulla G.U. Serie generale n.38 del 16.02.2011, al rilascio delle certificazioni mediche attestanti il possesso dei requisiti fisici e psichici di idoneità alla  guida.

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott. Fabio Fasulo

Medico Estetico

Nato a Milano nel 1957 , si laurea in Medicina e Chirurgia a pieni voti nell'anno accademico 1981/82 presso l'Università degli studi di Milano , dove tre anni dopo si specializza in Microchirurgia e Chirurgia Sperimentale col massimo dei voti e la lode.

Formatosi chirurgicamente presso le prestigiose equipes del Centro Trapianti di fegato del Policlinico di Milano prima , e poi quelle dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano nei reparti di Chirurgia Plastica e Chirurgia Oncologica , riceve dal Prof.Umberto Veronesi l'incarico di Ricercatore Associato .

Dal 1990 , dunque dopo una formazione chirurgica completa e un'attività di chirurgia plastica estetica propedeutica iniziata nel 1986 , svolge attività di libero professionista dedicandosi esclusivamente alla chirurgia plastica estetica .

Si perfeziona in chirurgia plastica ed estetica presso il College d'Enseignement ed de Recherche en Chirurgie Estetique de Montreuil , Parigi , sotto la direzione del Prof.Jacques Faivre frequentando per tre anni .

Nel 1993 viene eletto Segretario Generale della SCEI Società Italiana di Chirurgia Estetica e in tale veste ha organizzato e moderato diversi Corsi Internazionali di aggiornamento in chirurgia estetica ; è stato docente nei Corsi Master rivolti a specialisti , tenedo dimostrazioni tecniche teoriche e pratiche in sala operatoria.

Dal 1997 in qualità di Consulente Tecnico del Tribunale di Milano per la Chirurgia Plastica ed Estetica esegue perizie su quei casi che necessitano interventi riparatori e sono oggetto di dispute legali.

E' stato piu' volte intervistato dalle principali testate giornalistiche italiane ed ha partecipato a programmi televisivi d'opinione sempre in merito alla chirurgia estetica.

Per vent'anni è stato il responsabile dell'attività di chirurgia plastica estetica dell'Istituto Medico Quadronno .

Dalla fine dek 2015 dirige la divisione di chirurgia plastica estetica dell'Istituto Medico KIBA di Milano , proponendo interventi innovativi e mini invasivi , sempre con grande attenzione al risultato ed alla sicurezza del paziente.

Dal 2017 collabora con il Poliambulatorio Me.ga effettuando visite specialistiche.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott. Massimo Cerulli

Cardiologo

RICHIEDI INFORMAZIONI

prof. Enrico Antonio De Michieli

Gastroenterologo

Il prof .Enrico De Micheli ha esercitato la professione medica dai primi giorni del 1970.

Ha ottenuto due specializzazioni : la prima in Gastroenterologia e la seconda in Pneumologia che ha cercato di esercitare nella convinzione che i titoli universitari fossero necessari ma che necessitavano di essere applicati e continuamente aggiornati.Dopo poco meno di venti anni ha privilegiato la specializzazione pneumologica per dieci anni allorchè è stato chiamato a dirigere una divisione medica destinata alla specializzazione pneumologica ospedaliera.

In seguito, nominato a dirigerela Gastroenterologia Ospedaliera , ha continuato ad applicarsi per la modernizzazione continua nella diagnostica e nelle terapie innovative di questa importante branca della Medicina.

Terminata l’attività in Ospedale, ha continuato a praticare la professione ,prevalentemente nel campo della Gastroenterologia : Malattie infiammatorie croniche intestinali (colite ulcerosa e Crohn),Malattie ulcerose del primo tratto del tubo digerente (compresa la malattia celiaca) e soprattutto da cronico reflusso gastro esofageo.Stipsi cronica e Malattie del Colon(diverticolosi,poliposi,ecc)

Di norma si avvale per la diagnostica strumentale dei servizi offerti dalle strutture che nel corso degli anni ha provveduto a conoscere , a far crescere e ad affermarsi .

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott.ssa Silvia Galetti

Endocrinologia e Dietologia

La Dott.ssa Silvia Galetti, nata a Modena il 20/12/61, ha conseguito la Laurea di Medicina e Chirurgia presso l’Ateneo Modenese il 26/07/1986 con il massimo dei voti (110/110).

Successivamente ha superato, sempre presso questa Università, l’esame di diploma per il conseguimento del titolo di specialista in ENDOCRINOLOGIA il 23/10/1989 riportando la votazione di 50/50 e lode. Il 23/11/1993 ha conseguito la specializzazione in SCIENZA DELL’ALIMENTAZIONE con indirizzo dietologico e dietoterapico , sempre presso l’Università di Modena e sempre con il massimo dei voti.

Dal 1996 svolge le funzioni di Responsabile del Servizio Dietetico dell’Azienda Policlinico di Modena, sotto l’egida della Direzione Sanitaria. In questi anni ha maturato una notevole esperienza di coordinamento,  e ha contribuito alla crescita di questo gruppo.

 

In ambito ospedaliero opera in diversi settori:

 

1) attività di consulenza presso i vari reparti del Policlinico di Modena per quanto riguarda l’impostazione nutrizionale applicata alle varie patologie, sia in ambito internistico che chirurgico.

 

2) attività ambulatoriale dietologica(obesità pediatrica e dell’ adulto, ipertensione e scompenso cardiaco, dislipidemie, iperuricermia, menopausa, stomizzati, gastrectomizzati, patologie neurologiche, malnutrizione nel paziente oncologico e anziano)

 

3) attività di coordinamento con medici di base e territorio per i pazienti dimessi con indicazioni dietologiche precise o Nutrizione Artificiale Domiciliare.

 

4) creazione del Dietetico Ospedaliero, ovvero di una raccolta di diete speciali per varie patologie cliniche e chirurgiche, a diretta disposizione del personale medico di reparto.

 

5) dal 2005 fa parte del TEAM NUTRIZIONALE multidisciplinare per la corretta applicazione delle linee guida relative alla nutrizione artificiale in ambito ospedaliero e per la PREVENZIONE DELLA MALNUTRIZIONE OSPEDALIERA.

 

6) da 9 anni esercita attività di tutor per le tirocinanti del Corso di Laurea Breve in Dietistica, unitamente alle colleghe del Servizio Dietetico.

 

7) attività di insegnamento agli OTA e agli OSS

 

8) partecipazione al “Progetto Arcobaleno” promosso dall’Azienda Policlinico di Modena per le donne operate di tumore al seno, con specifico intervento mirato alla prevenzione e al miglioramento delle scelte alimentari durante e dopo la chemioterapia .

 

9) partecipazione al CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN NUTRIZIONE ARTIFICIALEpresso l’Università degli Studi diPadova nell’anno 20012/20013.

 

10) partecipazione a vari convegni medici di aggiornamento sutematiche inerenti la nutrizione clinica in qualità di relatrice

 

In ambito libero-professionale, dal 1998 anni svolge con successo e riconoscimento la Sua professione in qualità di Dietologa ed Endocrinologa presso prestigiosi ambulatori  modenesi.

Parallelamente da molti anni si occupa di Intolleranze Alimentari essendo titolare esclusiva per Modena del Metodo DRIA TEST, un test tra i più importanti e riproducibili nella diagnostica delle intolleranze alimentari, imparato a Milano direttamente dal suo ideatore, Dott. Attilio Speciani.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott. Gabriele Campochiaro

Ortopedico

Il Dr. Gabriele Campochiaro nasce a Termini Imerese (PA) il 02/07/1970.

Laureato in medicina e chirurgia presso l’Università di Palermo nel 1997 con 110/110 e lode, abilitazione professionale nello stesso anno col massimo dei voti.

Si specializza in Ortopedia e Traumatologia presso l’Università di Modena e Reggio Emilia nel 2003 con votazione finale di 110/110 e lode, discutendo una tesi dal titolo: "fratture del terzo medio di omero, confronto tra tecnica con chiodo endomidollare e sintesi con placca" .

Lavora presso la Struttura Complessa di Ortopedia e Traumatologia del Policlinico di Modena dal 2003 con contratto di libera professione, dal 2005 come Dirigente Medico di Primo Livello.

Ha conseguito diploma di tecniche microchirurgiche della Società Italiana di Chirurgia della Mano nel 2009 superando l’esame teorico-pratico finale discutendo la tesi dal titolo: risultato a distanza di reimpianto di mano.

E’ socio ordinario della Società Italiana di Chirurgia della Spalla e del Gomito e membro aderente della Società Italiana di Chirurgia della Mano.

Ha trascorso periodo di formazione di 6 mesi nel 2011 presso il Centro di Chirurgia della Spalla dell’Ospedale Cervesi di Cattolica diretto dal Dr. Giuseppe Porcellini.

Nel 2011 ha svolto presso lo stesso Centro, Master formativo in chirurgia protesica della spalla SMR LIMA. 

Al suo attivo ha diverse esperienze di Corsi di Formazione all’Estero tra cui ricordiamo:

- Corso teorico-pratico sul trattamento delle fratture della spalla, svoltosi presso l’Università di Malaga nel 2005;

- Corso teorico-pratico di Traumatologia  presso l’Università di Nizza nel  2008;

- Corso di Anatomia Chirugica della spalla  presso l’Università di MADRID nel 2011;

- Annual Update Course in Shoulder Surgerynel 2011 presso il Centro ANA di Chicago;

- esperienza di frequenza presso l’Ospedale Ortopedico di San Pietroburgo nel 2011;

- Corso di Anatomia Chirurgica di spalla e gomito svolto presso l’Università di Nizza nel 2012.

Ha partecipato a numerosi congressi specialistici nazionali e internazionali su spalla e gomito.

E’ stato relatore con diverse comunicazioni scientifiche e autore di pubblicazioni.

Svolge attività professionale presso il Policlinico di Modena con particolare interesse alle patologie traumatiche, postraumatichee croniche della spalla e del gomito. Coadiuva il Dr. Paolo Baudi nella gestione del Centro di Chirugia della Spalla del Policlinico.

Esegue interventi chirurgici di artroscopia e protesica di spalla, trattamento degli esiti traumatici e protesico di gomito, interventi in day surgery di chirurgia della mano.

 

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott. Antonio Laganà

Ortopedico

LAUREATO IN MEDICINA e CHIRURGIAanno 1982

Specialista in Ortopedia e Traumatologia
Specialista in Chirurgia della mano

Dal gennaio 1988 al febbraio 1989 ha ricoperto incarico di supplente ospedaliero ortopedico presso il reparto di Ortopedia di Concordia-  Modena;
Dal marzo 1989 al febbraio 1998 assistente ospedaliero ortopedico di ruolo presso l’ospedale di Sassuolo –Modena;
dal marzo 1998 al 2004 dirigente medico ortopedico presso il Policlinico universitario di Modena ;
dal 2004ha intrapreso attività in regime di libera professione presso la struttura Salus Hospital di Reggio Emilia;
dal 2010 ha iniziato collaborazione presso l’ ospedale di Suzzara –MN, dove dal 2014 ricopre l’incaricodicoordinatore del modulo semplice di Traumatologia

Nel corso della propria attività ha svolto esperienze professionali formative riguardanti i diversi distretti della chirurgia ortopedica, affinando le proprie conoscenze in particolare nella chirurgia artroscopica e nella chirurgia protesica dell’ancae del ginocchio

RICHIEDI INFORMAZIONI

Micol Benassi

Fisioterapia e Osteopatia

Nasce a Scandiano il 5 febbraio 1982 e cresce a Cerredolo, piccolo paese dell’appennino reggiano.

Dopo la maturità scientifica conseguita nel 2001 si iscrive al corso di Fisioterapia presso l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia dove, nel 2005, si laurea con lode con una tesi sull’intervento di resezione della prima filiera carpale effettuata in collaborazione con l’equipe di chirurgia della mano del Policlinico di Modena.

Da subito si dedica alla medicina manuale frequentando a Milano il corso Cyriax.

Osteopata D.O. conseguito presso il Collegio Italiano Osteopatia con sede a Bologna dal 22/09/2012 .

Specializzata nella riabilitazione dello sportivo, ha lavorato per un anno presso il Poliambulatorio privato Le Ville ( Modena) e per due anni all’ARS Medica di Sassuolo; dal 2007 è in forza al Poliambulatorio ME.GA.

Nel 2014 si specializza in Osteopatia e Pediatria presso Siotema a Firenze .

RICHIEDI INFORMAZIONI

Massimo Meani

Fisioterapista con lode presso l’università di Modena.

Si è dedicato all’approfondimento della riabilitazione frequentando numerosi corsi e stage in Italia ed all’estero ( Francia, Svizzera, Stati uniti).

Ha seguito i corsi di Terapia manuale presso l’università di Genova, le mobilizzazioni del sistema Nervoso di Butler, di riabilitazione dei...

RICHIEDI INFORMAZIONI

dott.ssa Alessandra Galetti

Alessandra Galetti nasce a varese il 10\08\1966 dopo aver conseguito la laurea in medicina presso l'università di modena si specializza in fisiatria presso l'università di trieste nel dicembre 1993.

Specializzata in diagnosi e cura delle patologie del rachide secondo il metodo Mc Kenzie, ...

RICHIEDI INFORMAZIONI